Ecco un esempio di utilizzo dei livelli statici di prezzo. Cross NZD-USD

Il cross NZD-USD aveva trovato un temporaneo supporto in area 0.7320 nel periodo compreso tra Gennaio e Marzo 2015 prima di sfondare al ribasso e precipitare in area 0.6255  . 

Dal minimo toccato ad Agosto 2016 poi i prezzi hanno ricominciato a risalire con un trend regolare e costante .

Ora,  ritornati in area 0.7320, tale livello che prima ha funzionato da “pavimento” ora è diventato un robusto soffitto che prova a forzare l’avanzamento dei corsi verso l’alto.

 

Si è formato inoltre stasera un segnale SELL sul grafico weekly a conferma della perdita di forza rialzista del trend di lungo termine in essere.

Sembra incredibile ma il mercato ha una sorta di memoria che riconosce aree ove in precedenza si sono formate delle situazioni di inversione o comunque di arresto del trend in essere.

Sono tali aree, che ci mettono in condizioni di cercare segnali (pattern) di ingresso validi.

Non dimentichiamo mai di corredare tali ingressi dall’ immancabile stop protettivo del capitale.